Seleziona una pagina

Il Presepe di Sabbia quest’anno è a Catanzaro. Sette giovani artisti di fama internazionale provenienti da Russia, Ucraina, Spagna e Canada si sono cimentati a rappresentare la natività aggiungendo un luogo di ogni provincia della Calabria. Per La provincia di Catanzaro c’è il Cavatore, emblema anche della città che ospita il presepe di sabbia.
Per la Provincia di Cosenza c’è il Castello Svevo che domina il capoluogo di provincia.
Per la provincia di Reggio Calabria c’è la Cattolica di Stilo.
Per la Provincia di Vibo Valentia c’è la Chiesa di Piedigrotta di Pizzo Calabro.
Per la provincia di Crotone c’è il famoso Castello Aragonese e il suggestivo scorcio di capo Colonna. Degno contorno per quello che è ancora una volta il cuore dell’esposizione: la Natività e le Sue scene con i Magi ed il tradizionale spaccato di civiltà contadina del passato. territorio, identità, fede, cultura e spettacolo si fondono per dare un messaggio di unità per l’intera Regione.
C’è talmente cura nei particolari che viene voglia di toccare ogni soggetto. Un gatto che corteggia i pesci nelle cassette piene o le barchette in prospettiva.
I sette artisti che hanno creato la magia di sabbia sono Sergi Ramirez dalla Spagna, Roma Shurubkinas dall’Ucraina, Oscar Rodriguez dalla Spagna, Guy Oliver dal canada, Monserrat Cuesta dalla Spagna, Anna Sinues dalla Spagna e Iemelianenko Vlacheslav dall’Ucraina.
Sembra facile ma il lavoro è durato ben dieci giorni, cominciando dalla compattazione della sabbia fino a tre giorni per l’allestimento finale.
I 500 metri quadrati dedicati all’allestimento del presepe saranno visibili fino a tutto il prossimo 7 gennaio. Il costo del biglietto di ingresso è di 4 Euro.