La Madonna del Pettoruto è un Santuario che sorge in una conca della valle dell’Esaro, sul versante tirrenico del Pollino.

Questo luogo di pellegrinaggio è meta ogni anno a settembre di pellegrini che arrivano a piedi.

Le origini del santuario sono lontane nel tempo, pare che la prima nicchia fu eretta nel 1274.

L’appellativo petruto, cioè petroso, si riferisce a tuttala zona montuosa che circonda il santuario.

Una leggenda sulla sua origine narra che un tale di nome Nicola Mairo, originario della vicina Altomonte, accusato ingiustamente di omicidio e rifugiatosi sul monte dove sorge oggi il santuario per sfuggire alla cattura, avrebbe avuto una visione mistica.

Qui avrebbe scolpito, durante la sua latitanza, l’immagine della Madonna col Bambino su una roccia tufacea; nel 1449 il Mairo fu scagionato da ogni accusa.

La tradizione narra che nei primi anni del 1600 un pastorello sordo muto sentì chiamarsi per nome e vide la Madonna col Bambino in braccio che lo esortò a fondare la chiesa.

Il santuario fu costruito per volontà del vescovo Felice Greco, vescovo di San Marco Argentano e Bisignano dal 1824 al 1840, successivamente elevato a basilica minore da papa Giovanni Paolo II nel 1979 

Rilevante è inoltre il legame con la Madonna del Pettoruto che hanno i devoti sparsi per il mondo.

A San Isidro, in Argentina, esiste una comunità in onore alla Madonna del Pettoruto.

Famiglie emigrate da San Sosti e stabilitesi in Argentina hanno continuato a praticarne il culto riproducendo le stesse ricorrenze.

Altre comunità che si trovano in Canada e Stati Uniti, hanno portato con sé la fede verso la Madonna e le tradizioni sansostesi.

Ho scoperto anche che la città di Bra, nel cuneese, è gemellata con il comune di San Sosti. Questo perchè molti giovani san sostesi migrarono in piemonte alla ricerca di lavoro ed a Bra c’è una vasta comunità di origine di San Sosti.

Vieni anche tu a visitare il Santuario della Madonna del Pettoruto, sarà una occasione unica.

Se ti fa piacere, iscriviti al canale youtube cliccando qui